Sulla nave il Castello di Gradara

17 novembre 2008 22:29    |    by Mauro

Il Castello di Gradara non si limiterà più, come da 7 secoli a questa parte, a sorvegliare il mare dall’alto del suo colle ma dal 12 novembre 2008 sarà lui stesso a solcare i flutti alla scoperta dei sette mari!

Non si tratta di una fantasia degna di Giulio Verne, la notizia è vera. Il “Castello di Gradara” sta davvero solcando i mari, per ora diretto al porto di Ortona per l’installazione dei serbatoi per il trasposto di GPL. Anche se non è fatto di mattoni ma di acciaio e non ha il fossato, con i suoi 96 metri di lunghezza è una visione decisamente imponente ed un esempio di marketing turistico innovativo.

Si tratta di una nave gasiera costruita nel cantiere navale di Pesaro dall’armatore-industriale napoletano Carlo Pontecorvo, che ha scelto il nome di un castello pesarese in omaggio al territorio che ha dato i natali alla dodicesima nave della sua flotta.

Il Castello di Gradara sulla nave

Il Castello di Gradara, quindi, ancora una volta si trova a rappresentare una Provincia, quella di Pesaro e Urbino, ricca di cultura, storia e tradizioni; un monumento che si avvia a conquistare anche per il 2008 il primato regionale del numero di visitatori.

Al varo erano presenti il Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, Sen. Palmiro Ucchielli, il Sindaco di Pesaro, Luca Ceriscioli, il Sindaco di Gradara Franca Foronchi pronti a salire sulla nuova nave del Castello di Gradara.

Particolare della nave Castello di Gradara

Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Share On Linkedin
Share On Pinterest

Leave a Reply

Mostra bottoni
Nascondi bottoni