Jamboree 2007…un vero successo!

11 agosto 2007 17:33    |    by Mauro

Logo del jamboree 2007 realizzato con tappi di bottigliaSono tornato dalla grandiosa avventura del 21° Jamboree scout, il jamboree del centenario! Ho potuto incontrare lo scautismo di tantissimi Paesi, dalla Malesia, ad Hong Kong, dal Giappone agli Stati Uniti, dalla Finlandia al Canada, alla Nigeria, alla Danimarca e tantissimi altri ancora per un totale di 158 nazioni.
L’organizzazione inglese è stata impeccabile e precisa: la vastissima area nel Comune di Chemlsford era stata suddivisa in diversi sottocampi forniti di bagni, docce, lavabi per le stoviglie, internet point, cambusa, palco per gli spettacoli e tende per lo staff responsabile del sottocampo, che ospitava una cinquantina di reparti scout composti da 40 persone. Oltre ai sottocampi dei reparti, c’erano spazi per le attività e per i contingenti, dove, comemaglietta guide scout del Giappone una sorta di grande fiera del turismo, venivano promosse le diverse nazioni. Il contingente inglese aveva allestito un Big Ben che scandiva le ore come il vero di Londra; la Svezia invece aveva realizzato con pali e corde una giostra e un gioco da lunapark…bellissimi entrambi!
L’Austria e la Svizzera oltre alle “case madri” del contingente proponevano 2 chalet dove si potevano gustare specialità locali. In Terraville, Aquaville, Elements, Energise e Global Development Village i ragazzi hanno potuto affrontare diverse tematiche, dallo sviluppo, all’ecologia, al risparmio energetico, alla lotta contro il razzismo, allo sport in genere.
Il Jamboree ha avuto 3 momenti forti: la cerimonia di apertura e chiusura e l’alba dello scautismo. Le prime due di forte impatto spettacolare nell’Arena principale in un palco con mega impianto hi-fi e luci, flash bomb, effetti speciali e grandissimi schermi hanno avuto luogo coreografie con centinaia di ballerini, concerti, musica e per finire grandiosi spettacoli di fuochi d’artificio!
La giornata dell’alba dello scautismo, the Sunrise of Scouting, ha visto tutti i partecipanti rinnovare la Promessa nell’Arena, dopo il collegamento con l’isola di Brownsea a Sud Ovest dell’Inghilterra, dove nel 1907 il fondatore degli scout Lord Baden Powell tenne il primo campo con una ventina di ragazzi.
Per saperne di più, visitate il sito italiano ufficiale del jamboree oppure quello del reparto scout Fellini, nella cui staff capi ho fatto servizio, come interprete, essendo forse l’unico a saper parlare inglese e francese.
In collaborazione con tutti i capi scout e i ragazzi dell’EmiliaRomagna stiamo organizzando la raccolta di foto e video per realizzare un prodotto multimediale grazie all’aiuto di una azienda informatica che realizza siti web e che gestisce il portale turistico di Cattolica.

Condividi:
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • RSS
  • Facebook

Leave a Reply